Guarda la TV.  Gli piace Mr. T!

Guarda la TV. Gli piace Mr. T!

ndib:

pamupamu:

Monsters,Inc.

Qkung as James P. Sullivan / Sulley
Pam as Mike Wazowski
Nene as Boo

We Scare Because We Care.

OH MY GOD OH MY GOD OH MY GOD OH MY GOD OHMYGOD

OH

MY

GOD.

(Source: facebook.com)

fotojournalismus:

Approaching Shadow, 1954. Photo by Fan Ho.
Fan Ho is one of Asia’s most beloved street photographers, capturing the spirit of Hong Kong in the 1950s and 60s.
(via guardian)

fotojournalismus:

Approaching Shadow, 1954. Photo by Fan Ho.

Fan Ho is one of Asia’s most beloved street photographers, capturing the spirit of Hong Kong in the 1950s and 60s.

(via guardian)

(Source: theguardian.com)

Ruota piccante!

Ruota piccante!

actuallygrey:

love-your-suit:

punkrockmomjeans:

sizvideos:

Video

No human! NO! UNHAND ME! I SAID UNHA—ugghhhh, fine. Thanks, btw.

Oh, look, Arleen.

I HAVE BEEN LAUGHING FOR YEARS

Ma anche la vostra bacheca di Facebook fa perdere fiducia nell’umanità, o solo la mia?

Piccolo Elogio dell’Odio

Oggi mio padre – sentendomi parlare dell’ennesimo litigio avuto per futili ragioni – mi ha perentoriamente redarguito, sostenendo che a molte parole io faccia seguire pochi fatti. (o Padre, se solo sapessi quanto sono importanti per me le parole dopo quell’infausto novembre del ’63!)

E allora ho pensato che effettivamente piuttosto che spendere tante parole feroci (scritte o dialogate), per una volta era utile reificare quel puro sentimento in una forma che potesse ben contenerlo. Come non demandare questo alto compito alla mia bimba del sogno preferito? Eccomi perciò qui a dedicare un piccolo disegno a penna a tutti coloro – passati, presenti e futuri – con cui mi sono trovato in qualche modo a confrontarmi, anche violentemente: in esso Alice dà fuoco con fare altero a tutti i suoi epigoni, tutti quegli scrittori (o almeno, quelli secondo me più meritevoli) che seppur in modo velato a lei hanno pensato e anche in virtù delle sue avventure sono giunti a dare piena forma alle loro idee.

A coloro con cui sto per litigare, con cui ho litigato e con i quali litigherò prometto perciò non di odiarli meno, ma di odiarli meglio, celebrandoli attraverso quello che spero di fare meglio: nella mia mente sarà come se di voi bruciassi “il cuore del vostro cuore” (come dice l’adorabile Moriarty alla sua nemesi, in un recente adattamento televisivo). Poiché quest’avversione ha pur sempre ragioni fortemente sentimentali, altrimenti tutto si scioglierebbe nella banale, noiosa indifferenza.

(via Giacomo Podestà - Foto del diario)

Piccolo Elogio dell’Odio

Oggi mio padre – sentendomi parlare dell’ennesimo litigio avuto per futili ragioni – mi ha perentoriamente redarguito, sostenendo che a molte parole io faccia seguire pochi fatti. (o Padre, se solo sapessi quanto sono importanti per me le parole dopo quell’infausto novembre del ’63!)

E allora ho pensato che effettivamente piuttosto che spendere tante parole feroci (scritte o dialogate), per una volta era utile reificare quel puro sentimento in una forma che potesse ben contenerlo. Come non demandare questo alto compito alla mia bimba del sogno preferito? Eccomi perciò qui a dedicare un piccolo disegno a penna a tutti coloro – passati, presenti e futuri – con cui mi sono trovato in qualche modo a confrontarmi, anche violentemente: in esso Alice dà fuoco con fare altero a tutti i suoi epigoni, tutti quegli scrittori (o almeno, quelli secondo me più meritevoli) che seppur in modo velato a lei hanno pensato e anche in virtù delle sue avventure sono giunti a dare piena forma alle loro idee.

A coloro con cui sto per litigare, con cui ho litigato e con i quali litigherò prometto perciò non di odiarli meno, ma di odiarli meglio, celebrandoli attraverso quello che spero di fare meglio: nella mia mente sarà come se di voi bruciassi “il cuore del vostro cuore” (come dice l’adorabile Moriarty alla sua nemesi, in un recente adattamento televisivo). Poiché quest’avversione ha pur sempre ragioni fortemente sentimentali, altrimenti tutto si scioglierebbe nella banale, noiosa indifferenza.

(via Giacomo Podestà - Foto del diario)